COMITATO FESTE PATRONALI
"Barletta Civitas Mariae"

Chiesa di San Michele

sede del Comitato Feste Patronali

La chiesa di San Michele è un piccolo edificio di culto che si trova lungo l’antica strada delle Carrozze. La facciata, in stile neoclassico, è caratterizzata da un timpano che sormonta una cornice decorata con triglifi e metope ed è stata riedificata nel 1899, quando il canonico Nicola Vania chiese l’autorizzazione al Comune di “migliorarne il prospetto”. Il portale d’i​ngresso ci immette in un ambiente ad aula unica riedificato dalle fondamenta nel 1701, come testimonia l’iscrizione che oggi leggiamo in controfacciata e che originariamente doveva essere collocata esternamente. La stessa iscrizione menziona inoltre le due precedenti dedicazioni della chiesa: a Ognissanti e successivamente alla Madonna della Strada. Tutt’oggi troviamo all’interno, sulla parete destra, un chiaro riferimento a quest’ultima: un affresco, forse databile al XVI secolo, raffigurante proprio una Madonna con Bambino secondo l’iconografia di Santa Maria della Strada. L’attuale dedicazione a San Michele è più recente e risale alla metà dell’800. I restauri ultimati nel 2020 hanno messo in luce le strutture più antiche della chiesa: l’abside con tracce di affresco e le tracce di una pavimentazione a piccoli tasselli in pietra romboidali rinvenute ben più in basso rispetto alla pavimentazione attuale. Da questi elementi possiamo provare a comprendere quale dovesse essere il suo aspetto originario: l’ingresso collocato sull’attuale via Marina dava accesso ad un ambiente interno, molto più piccolo di quello attuale, con orientamento est-ovest, e piano di calpestio più in basso dell’attuale di circa 2 metri. Affidata alla congregazione laicale di San Giuseppe dei foresi nella seconda metà del XVIII sec., è attualmente gestita dal Capitolo Cattedrale “Santa Maria Maggiore”. 

(tratto da "Barletta - Guida storico-artistica",
ArcheoBarletta, Editrice Rotas)

Foto archivio "In Comunione"